Piadina IGP alla riminese

Piadina Romagnola IGP alla riminese

Farcitura piadina IGP alla riminese

Il fiore all’occhiello di Riccione Piadina

Quando si parla di piadina si potrebbe stare ore e ore a raccontare della sua storia, delle ricette, delle varianti, degli utilizzi, dei ricordi legati al suo consumo.

Per noi la piadina è un cult, è il prodotto che ci lega a chi viene a visitarci in vacanza, il simbolo della condivisione e della felicità.

Produciamo piadina da 25 anni. Era il 1994 quando siamo nati come piccolo laboratorio tra le vie di Riccione e oggi siamo un’azienda che distribuisce in tutta Italia e nel mondo. Cuociamo circa 80.000 piadine al giorno e il 70% di queste sono piadine IGP alla Riminese.

È proprio di Piadina Romagnola IGP alla Riminese che vogliamo parlare. è stato il nostro primo prodotto, fin dagli albori. Una ricetta tanto semplice quanto esaltante: farina, acqua, strutto, sale, lievito. Negli anni la ricetta è sempre rimasta la stessa e, nonostante le metodologie di preparazione e cottura siano cambiate, abbiamo sempre cercato di mantenere lo stesso livello di qualità, perché chi la guastasse possa essere subito trasportato sulle nostre spiagge, perché il sapore sia inconfondibile, la friabilità sia la stessa di una piadina artigianale e la si possa cuocere e gustare in pochi minuti.

Loghi Ufficiali IGP

Negli anni abbiamo portato questa ricetta, baluardo della nostra azienda, in giro per l’Italia, facendovela assaggiare direttamente nei punti vendita, offrendovela nelle feste e ai punti degustazione. Ve l’abbiamo presentata parlandovene mentre la gustavate, avete capito l’impegno e la qualità e l’avete fatta diventare la numero uno d’Italia.

Nel frattempo la nostra piadina classica è cresciuta, è diventata grande, adulta, e dal 2014 è diventata IGP alla Riminese. Riccione Piadina è stata tra le aziende promotrici, fa parte del Consorzio di Tutela e Promozione della Piadina Romagnola IGP fin dalla sua nascita e ha potuto fregiare il proprio prodotto di punta del marchio IGP appena ottenuto il riconoscimento, il 24 ottobre 2014.

Una piadina è riconosciuta IGP se rispetta determinate caratteristiche previste dal disciplinare. Anzitutto c’è una collocazione geografica: deve essere prodotta in una determinata zona circoscritta che comprende le province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e parte della provincia di Bologna. Deve inoltre rispettare la ricetta originaria, dunque essere composta solo da farina di grano tenero, acqua, grassi, sale e lievito. Non può mai contenere conservanti né altri prodotti non indicati all’interno del disciplinare stesso. Deve, infine, rispettare determinate caratteristiche di colorazione, forma e dimensione e deve essere ottenuta solo secondo un determinato procedimento di preparazione e cottura.

La Piadina Romagnola IGP si distingue in due varianti: la IGP alla Riminese, più sottile e dal diametro maggiore, tipica della zona sud della Romagna, prettamente legata alla provincia bassa di Rimini, e la IGP classica (la nostra variante Spessa), un po’ più cicciotta, spesso dal diametro più stretto, tipica delle zone restanti della Romagna.

La nostra Piadina Romagnola IGP alla Riminese è dunque sottile, friabile, morbida, si cuoce in un minuto, è proprio quella che potete trovare quando venite in vacanza nella nostra terra. È la più conosciuta, la più famosa, quella che tutti riconoscono e che si presta più facilmente alla preparazione casereccia, alla farcitura.

Piadine IGP alla riminese le nostre proposte

Riccione Piadina propone 4 varianti di confezionamento della Piadina Romagnola IGP alla Riminese: 2, 3, 5 e 6 pezzi, disponibili in base alle varie zone d’Italia e alle varie insegne che la gestiscono all’interno del proprio assortimento. La nostra ricetta è ottenuta solo con ingredienti di origine italiana, perché ci teniamo a darvi il meglio grazie a prodotti il più possibile tracciati e sicuri.

È la più famosa, inconfondibile nella sua busta arancione con al centro due piadine farcite con prosciutto, parmigiano e aceto balsamico e con il campo di grano sullo sfondo.

La conoscete da 25 anni, la ritrovate quando venite in vacanza e quando, con la nostalgia dell’estate nel cuore, aprite il vostro frigorifero alla ricerca di un piccola fetta di felicità, spesso nascosta dentro una calda piadina farcita.